9.2 Amministrazione e governance

In questa pagina

  1. Governance
  2. Cooperazione intersettoriale

Governance

Attori principali

L'attore principale è il Ministero per la Transizione Ecologica, che nel febbraio 2021, con il nuovo Governo guidato da Mario Draghi, ha assorbito alcune delle competenze del precedente Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM).

Anche il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) contribuisce alla promozione del coinvolgimento dei giovani nelle questioni globali, principalmente attraverso la sua collaborazione nella revisione della Strategia Nazionale per l'Educazione alla Cittadinanza Globale (ECG), con la creazione dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS), e con il suo contributo nel sostenere il Forum dei Giovani ECOSOC delle Nazioni Unite e le attività dei summit Y20 e Y7.

Il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale (DPGSCU) è la struttura di supporto al Presidente del Consiglio dei Ministri per la promozione e il raccordo delle azioni di Governo volte a garantire l'attuazione delle politiche a favore dei giovani e nel campo del servizio civile universale (Cfr. 1). Inoltre, l'Agenzia Nazionale per i Giovani contribuisce significativamente alla promozione della partecipazione attiva dei giovani nel contesto internazionale (Cfr. 1).

Un organo specifico di rappresentanza giovanile, il Consiglio Nazionale dei Giovani (Cfr. 1.4), è stato istituito per garantire e aumentare la partecipazione dei giovani alla vita civile e politica del paese. La legge istitutiva del Consiglio rappresenta quindi uno strumento strategico il cui obiettivo principale - oltre a garantire la rappresentanza dei giovani - è quello di diffondere e aumentare la partecipazione giovanile, anche su temi globali.

Distribuzione generale delle responsabilità

In vista del rinnovo della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile (SNSvS) - percorso volto ad assumere a livello nazionale i principi e gli obiettivi dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile - è stato istituito in Italia un processo che prevede il coinvolgimento di una pluralità di soggetti sulla base del principio chiave dell'inclusione. La Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile (SNSvS) prevede che il Ministero per la Transizione Ecologica garantisca il funzionamento di un Forum sulla SNSvS aperto al coinvolgimento della società civile e di esperti nelle varie materie, con consultazioni multilivello (Cfr. 5.4).

Cooperazione intersettoriale

Per coordinare le politiche giovanili a livello nazionale, il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale (DPGSCU) opera attraverso protocolli d'intesa, accordi, gruppi di lavoro e tavoli interministeriali (Cfr. 1.5). Il DPGSCU lavora di concerto con il Ministero per la Transizione Ecologica per diverse iniziative nell'ambito dell'Agenda 2030, tra cui la Conferenza delle Parti delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP26) di cui l'Italia ha la co-presidenza nel 2021.

Nel 2021, l'Italia ospiterà il vertice Y20 organizzato dalla Young Ambassadors Society, l'associazione giovanile responsabile dei processi giovanili dei vertici G7/G20 per l'Italia, sotto l'egida del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (Cfr. 9.7). Y20 è la piattaforma di discussione che dà ai giovani dei paesi del G20 la possibilità di esprimere la loro visione e proporre idee innovative ai Presidenti e Capi di Stato del G20 (Cfr. 9.7).

Allegati