9.1 Contesto generale

In questa pagina

  1. Concetti principali
  2. L'interesse dei giovani per le questioni globali

Concetti principali

La Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile (SNSvS) è una strategia approvata nel 2017 su proposta del Ministero dell'Ambiente e della Protezione del Territorio e del Mare (MATTM), ribattezzato Ministero per la Transizione Ecologica nel febbraio 2021, per attuare l'Agenda 2030 e i suoi 17 obiettivi di sviluppo sostenibile. Nell'ambito della revisione della SNSvS - che rappresenta il primo passo per delineare i principi e gli obiettivi dell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile a livello nazionale - è stato avviato in Italia un processo che prevede il coinvolgimento di una pluralità di soggetti, basato sul principio cardine dell'inclusione: imprese, comuni, regioni, cittadini e associazioni (Cfr. 5.4).

Nel dicembre 2019 il MATTM ha organizzato e ospitato tre giorni di lavori preparatori dedicati all'avvio operativo dei gruppi di lavoro del Forum per lo Sviluppo Sostenibile. Un momento specifico è stato dedicato alla partecipazione attiva delle scuole e delle organizzazioni giovanili, mobilitate sui temi della sostenibilità. In questa occasione è emersa l'opportunità di prevedere un "momento dedicato ai giovani" nell'ambito delle conferenze annuali che sono parte integrante dei lavori del Forum.

In vista del rinnovo della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile (SNSvS), va menzionato il seguente evento: "Verso la Conferenza Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile. Insieme per il futuro, un rilancio sostenibile per l'Italia". Il Ministero per la Transizione Ecologica ha il compito di guidare questo percorso e per questo, nel 2021, organizzerà una serie di tavoli di lavoro inter-istituzionali, occasioni di confronto con la società civile, coaching tecnico ed eventi pubblici che accompagneranno il processo di revisione della SNSvS e culmineranno, entro la fine dell'anno, nella Conferenza Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile (Cfr. 9.7).

Inoltre, l'Italia è tra i protagonisti degli sforzi condotti a livello europeo e internazionale per ridurre l'impatto dei cambiamenti climatici sull'ambiente e per garantire uno sviluppo sostenibile alle prossime generazioni. Il Ministero per la Transizione Ecologica sta organizzando una serie di importanti iniziative legate alla 26° Conferenza delle Parti (COP26) della Convenzione delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (Glasgow, Regno Unito, novembre 2021). Nel giugno 2020, il MATTM ha lanciato un ambizioso programma di incontri virtuali e interattivi rivolti ai giovani di tutto il mondo, in vista dell'evento speciale "Youth4Climate: Driving Ambition" e della Pre-COP26, che si svolgeranno entrambi a Milano nell'autunno 2021 e che, per la prima volta, permetteranno ai giovani di contribuire ai negoziati delle conferenze Pre-COP26 e COP26 (Cfr. 9.7).

L'interesse dei giovani per le questioni globali

Anche se non ci sono indagini o studi regolari sulle questioni globali a livello nazionale, c'è stato recentemente un aumento dell'interesse, della consapevolezza e della partecipazione dei giovani nelle questioni relative all'ambiente, al cambiamento climatico e allo sviluppo sostenibile.

L'interesse dei giovani per le questioni globali è promosso nel contesto di diversi quadri politici nazionali: la mobilità transfrontaliera nei settori dell'istruzione, della formazione (Cfr. 6.5) e dell'occupazione (Cfr. 3.7), nonché del volontariato internazionale (Cfr. 2.5).

Allegati