Formazione degli Operatori Volontari del Servizio civile universale

  1. Per tutti i progetti/programmi attualmente in atto. 
    Con riferimento ai doveri degli enti connessi all'erogazione della formazione generale ai volontari, gli stessi debbono essere assolti nei termini e con le modalità prescritte dalle " Linee guida per la formazione generale dei giovani in Servizio civile nazionale - DECRETO DEL CAPO DEL DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTÙ E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 19 LUGLIO 2013 e dalla Circolare applicativa 28/01/2014 "Monitoraggio del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale sulla formazione generale dei volontari in servizio civile nazionale”.
  2. A partire dai Programmi/progetti di cui al Bando 22/12/2023, entrerà in vigore il Decreto n. 88 del 31 gennaio 2023 “Approvazione delle Linee guida per la formazione generale e specifica delle operatrici volontarie e degli operatori volontari in Servizio Civile Universale e per la formazione delle formatrici e dei formatori”.

I giovani che scelgono di partecipare alla realizzazione di progetti di Servizio civile universale hanno diritto ad avere una formazione generale ed una specifica. La formazione generale è basata sulla conoscenza dei principi che sono alla base del Servizio civile. La formazione specifica è inerente alla specificità del progetto.

Le ore di formazione generale specifica di Servizio Civile universale devono essere non inferiori a quelle dichiarate nel progetto approvato dal Dipartimento o dai competenti Uffici delle Regioni e Province autonome.

La formazione, sia generale che specifica di servizio civile universale, deve essere svolta durante l'orario di servizio ed è obbligo dell'ente effettuarla.

Sì. Il volontario ha l'obbligo di frequentare i corsi di formazione generale e formazione specifica.

No, i volontari sono esenti da qualsiasi spesa sia per quanto riguarda la formazione generale che per quanto concerne la formazione specifica.

Tutte le spese sono a carico dell'ente accreditato (art. 3 del Contratto ente/OV).

  • Nei progetti in Italia, se la sede di svolgimento della formazione è all’interno dello stesso Comune della sede di attuazione del progetto, eventuali spese per spostamenti saranno a carico dell’Ente solo se la sede di realizzazione della formazione non coincide con quella di attuazione del progetto.
    Se la formazione si svolgerà in un Comune diverso da quello della sede di attuazione progetto, tutte le spese di viaggio/vitto/alloggio saranno a carico dell’Ente.
  • Nei progetti all’estero, se la sede di svolgimento della formazione in Italia è all’interno dello stesso Comune della sede di appoggio, eventuali spese per spostamenti saranno a carico dell’Ente solo se la sede di realizzazione della formazione non coincide con quella di appoggio in Italia.
    Se la formazione è prevista in un Comune diverso da quello della sede di appoggio in Italia, tutte le spese di viaggio/vitto/alloggio saranno a carico dell’ente.

E' previsto un contributo per la sola formazione generale che è pari, per ciascun volontario, a:

  • euro 90,00 per la formazione dei giovani che operano in Italia;
  • euro 180,00 per la formazione dei giovani che operano all'estero.

Dall’ avviso 2021 il contributo passa ad € 100,00 Italia ed € 200,00 estero

In seguito alla reingegnerizzazione della procedura di certificazione della formazione generale (Modulo F), l’accesso alle funzionalità di Sistema è consentito solo con l’utilizzo dello SPID, e la presentazione del Modulo F viene gestita direttamente a Sistema con la conseguente abolizione dell’invio per mezzo PEC (le istruzioni operative sono reperibili sul sito istituzionale del Dipartimento, alla voce “Manuali Utente”).

Tempistica formazione generale e specifica

a) Progetti/programmi attualmente in corso di svolgimento: si applicano le tempistiche previste dal Decreto del Capo del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale 19 luglio 2013 "Linee guida per la formazione generale dei giovani in servizio civile nazionale", ovvero:

    • le ore di formazione generale possono essere erogate in una delle seguenti modalità: l’80% delle ore entro la prima metà del periodo di realizzazione del progetto e il restante 20% entro il penultimo mese, oppure tutte le ore di formazione entro la prima metà del periodo di realizzazione del progetto;
    • la formazione specifica - che deve essere erogata, relativamente a tutte le ore previste nel progetto, entro e non oltre 90 giorni dall’avvio dello stesso - può essere svolta in un’unica tranche, oppure il 70% delle ore entro e non oltre 90 giorni dall’avvio del progetto ed il 30% delle ore entro e non oltre il terz’ultimo mese di realizzazione del progetto.

Si precisa che il termine “metà” va inteso in riferimento al numero dei mesi e che convenzionalmente il mese si intende di 30 giorni.

La compilazione del questionario dovrà avvenire, sia che l’ente abbia optato per la soluzione in un’unica tranche sia che abbia scelto la doppia tranche, entro la fine del progetto.

b) A partire dai Progetti/Programmi Bando 2023, quindi dall’entrata in vigore del Decreto n. 88 del 31 gennaio 2023 “Approvazione delle Linee guida per la formazione generale e specifica delle operatrici volontarie e degli operatori volontari in Servizio Civile Universale e per la formazione delle formatrici e dei formatori”:

    • la formazione generale dovrà essere svolta in un’unica soluzione entro e non oltre la metà del periodo di realizzazione del progetto;
    • la formazione specifica potrà essere erogata in un’unica tranche entro e non oltre 90 giorni dall’avvio in servizio. In alternativa l’ente può scegliere la seguente modalità: 70% delle ore entro e non oltre 90 giorni dall’avvio del progetto, 30% delle ore entro e non oltre il terz’ultimo mese del progetto.

Non è più richiesta la compilazione del Questionario.

1) Modalità di svolgimento da remoto della Formazione generale, la FAD:
La formazione “a distanza”, in termini di monte ore formativo, non può superare il 50% del totale delle ore dichiarate dall’Ente: in particolare, la formazione in modalità “asincrona” non può, in ogni caso, andare oltre il 30% del totale delle ore dichiarate dall’Ente in fase di programmazione. (come indicato nel Decreto 88 del 31 gennaio 2023).

2) Modalità di svolgimento da remoto della Formazione specifica, la FAD:
La formazione specifica deve essere erogata preferibilmente in presenza; tuttavia, in relazione alla materia trattata e considerando le specifiche finalità, è ammissibile erogare la stessa in modalità FAD per un massimo del 30% del totale del monte ore. (come indicato nel Decreto 88 del 31 gennaio 2023).

3) Modalità di svolgimento del modulo di formazione e informazione sui rischi connessi all’impiego dei volontari nei progetti di Servizio civile universale:
Gli Enti devono obbligatoriamente prevedere ai sensi dell’art. 32 d.lgs 81 del 2008, nel corso della formazione specifica ed entro i primi 90 giorni dall’avvio del progetto, un apposito modulo concernente l’informativa sui rischi connessi all’impiego degli operatori volontari nel progetto di Servizio civile universale. Questo modulo può essere erogato sia in modalità “In Presenza” che in “FAD Sincrona/Asincrona. (come indicato nelle LG)

  1. La formazione generale può essere erogata in presenza o a distanza. la formazione “a distanza” può avvenire in modalità sincrona o asincrona: in termini di monte ore formativo, la FAD non può superare il 50% del totale del monte ore dichiarato dall’ente, in particolare, la formazione generale in modalità asincrona non può superare il 30% del totale del monte ore dichiarato dall’ente.
  2. La formazione specifica deve essere erogata preferibilmente in presenza; tuttavia può essere erogata in modalità FAD per un massimo del 30% del totale del monte ore dichiarato in fase di programmazione, in modalità sincrona o asincrona.

Tabella esemplificativa:

Tipologia formazione Modalità Requisiti

Formazione generale n. ore minime 30 ore

presenza Obbligatoriamente almeno 50% del totale del monte ore dichiarato dall’ente

“a distanza” - facoltativa - (on line1)

max. 50 % del totale del monte ore dichiarato dall’ente
di cui asincrona al max. 30 % del totale del monte ore dichiarato dall’ente

Formazione specifica n. ore minime 50 ore

presenza Obbligatoriamente almeno 70% del totale del monte ore dichiarato dall’ente
“a distanza” - facoltativa - (on line1) max. 30 % del totale del monte ore dichiarato dall’ente

1 La locuzione on line è equivalente alla locuzione FAD.

 

Gli Enti devono obbligatoriamente prevedere, ai sensi dell’art. 32 d.lgs. n. 81 del 2008, nel corso della formazione specifica ed entro i primi 90 giorni dall’avvio del progetto, un apposito modulo concernente l’informativa sui rischi connessi all’impiego degli operatori volontari nel progetto di Servizio civile universale. Questo modulo può essere erogato sia in presenza che in FAD, anche nella modalità totalmente asincrona.

Qualora l’ente svolga parte della formazione specifica a distanza, la percentuale utilizzata in tale modalità dedicata al modulo di formazione e informazione sui rischi connessi all’impiego dei volontari nei progetti di Servizio civile universale va ad incidere sul 30% previsto per la formazione specifica on line.

Si ricorda che il modulo deve essere completato, come previsto dal citato art. 32 d.lgs. n. 81 del 2008, prima dell’impiego dell’operatore volontario nei compiti previsti dal progetto/programma.