Skip to the content

3.9 Finanziamento iniziale per giovani imprenditori

In questa pagina

Accesso alle informazioni

Attraverso Garanzia Giovani [cfr. § 3.6] il Governo incentiva forme e servizi all’autoimprenditorialità. Gli interventi del programma, il cui obiettivo è lo sviluppo delle attitudini imprenditoriali e l’avvio di attività di lavoro autonomo o di impresa dei giovani dai 18 ai 35 anni, sono:

  • YES I Start Up si rivolge ai Neet di età compresa tra i 18 e i 29 anni e offre loro un percorso formativo all'imprenditorialità con corsi mirati a trasmettere le competenze necessarie per la costruzione della propria startup.
  • Competenze Ict per i giovani del Mezzogiorno è una misura che promuovere la crescita professionale e le opportunità occupazionali dei giovani Neet residenti nelle regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Molise, Sardegna, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia).
  • Crescere in Digitale 2.0 mira a promuovere l’acquisizione delle competenze digitali e stimolare l’autoimprenditorialità giovanile attraverso un percorso formativo incentrato sulle possibilità offerte da Internet.
  • Giovani programmatori e sviluppatori nel settore Ict consiste in percorsi di formazione specialistica, orientamento e accompagnamento all'inserimento lavorativo di specifiche figure professionali del mondo dell’Ict, come: programmatori Java, web developer junior, mobile developer junior, data scientist junior

Gli attori che direttamente o indirettamente sono interessati nella costruzione dell'idea imprenditoriale ed aiutano i giovani nel percorso offrendo loro servizi ed assistenza sono: 

  • Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali [cfr. 3.2]
  • ANPAL [cfr. 3.2]
  • Unioncamere
  • Invitalia
  • Servizi per l’autoimpiego e l’autoimpresa avviati presso i Servizi competenti al lavoro, Regioni ed Enti locali, in particolare Sportelli unici delle attività produttive (SUAP) dei Comuni
  • Associazioni di categoria
  • Università
  • Organismi non profit
  • AdEPP
  • Ente nazionale per il microcredito

L’accompagnamento dalla fase di start-up alla realizzazione dell’idea imprenditoriale è reso disponibile a livello nazionale e/o regionale anche grazie agli incentivi per la creazione di impresa.

Inoltre, il Ministero dello sviluppo economico (MiSE) [cfr. § 3.2] attraverso il Piano Nazionale Industria 4.0 promuove una serie di misure organiche e complementari per favorire gli investimenti per l’innovazione, la competitività e lo sviluppo delle competenze in supporto alla quarta rivoluzione industriale.

Accesso al capitale

I giovani imprenditori che vogliono avviare nuove attività imprenditoriali possono richiedere sovvenzioni pubbliche. Il governo attraverso il portale incentivi.gov.it ha realizzato un vademecum ragionato sugli incentivi che la pubblica amministrazione mette a disposizione. Tra quelli dedicati in maniera specifica al supporto dei giovani imprenditori:

  • Nuove Imprese a Tasso Zero una misura volta a sostenere la creazione di micro e piccole imprese la cui compagine societaria sia costituita per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione da soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni, o da donne. La misura garantisce un finanziamento a tasso zero per un importo non superiore al 75% della spesa ammissibile per programmi d’investimento non superiori a 1,5 milioni di euro.
  • SELFIEmployment è un fondo che mette a disposizione dei giovani NEET tra i 18 e i 29 anni iscritti a Garanzia Giovani un prestito senza interessi e senza la necessità di garanzie reali e/o personali. Il fondo finanzia l’avvio di imprese attraverso il microcredito (da 5.000 a 25.000 euro), il microcredito esteso (da 25.001 a 35.000 euro) e i piccoli prestiti (da 35.001 a 50.000 euro).  
  • Resto al sud un incentivo economico che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da soggetti al di sotto dei 46 anni di età nelle regioni del Mezzogiorno.

Esistono ulteriori misure che si rivolgono alle start-up e/o PMI che non prevedono nessun limite di età per i beneficiari. Forme di sostegno a cui possono accedere, quindi, anche i giovani imprenditori. Tra questi si segnalano:

  • Smart&Start Italia è rivolto a start-up innovative costituite da non più di 60 mesi o in fase di costituzione e garantisce ai beneficiari un finanziamento agevolato e un servizio di tutoring.
  • Fondo Nazionale Innovazione è un multifondo che opera attraverso strategie di venture capital ed effettua investimenti diretti e indiretti nel capitale di start-up, scaleup e PMI.
  • Spin - Scaleup program Invitalia network è dedicato allo sviluppo imprenditoriale di start-up innovative, PMI e spin off universitari con sede operativa in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Per la ricerca degli incentivi ci si può avvalere anche della guida dell’ANPAL . Il documento fornisce una sintesi periodica delle diverse forme di supporto all’assunzione e alla creazione d’impresa attivi a livello nazionale e regionale.

Esistono, inoltre, alcuni programmi per la promozione dell'imprenditoria in ambito sociale che si rivolgono a imprese sociali, cooperative sociali e società cooperative con qualifica Onlus. Questi interventi non sono rivolti in modo specifico ai giovani imprenditori sociali. Tuttavia offrono loro la possibilità di accedere a forme di sostegno economico. A titolo di esempio:

Infine, Regioni e Amministrazioni comunali, anche in collaborazione con il sistema scolastico e professionale, promuovono e sostengono la creazione di start-up sul proprio territorio attraverso gli incubatori di impresa o fornendo ai giovani imprenditori un sostegno finanziario.